La Giustizia ● Significato e interpretazione nei Tarocchi

La Giustizia nei tarocchi di Jean Dodal

La Giustizia nei tarocchi di Jean Dodal

Nei tarocchi marsigliesi La Giustizia costituisce l’ottavo Arcano Maggiore. È raffigurata da una figura femminile seduta su un trono che tiene con la mano sinistra una bilancia e con la mano destra una spada. Il suo sguardo è rivolto direttamente verso il consultante con lo scopo di guardargli dentro, in tal modo l’individuo è spronato ad attuare un profonda introspezione.

La Giustizia incarna una sorta di giudice volto alla ricerca di equità e di verità, rappresentando non solo l’applicazione di regole pratiche, ma anche, e forse soprattutto, l’attuazione di precetti morali. Questa carta simboleggia senz’altro il rigore, l’indulgenza e la legge. Il numero otto ne La Giustizia indica proprio equilibrio e stabilità.

Gli attributi della bilancia e della spada, che rispettivamente indicano la misura e la punizione, hanno la capacità di espletare chiaramente il significato della Giustizia: se non ci fosse punizione verrebbe a mancare il concetto di Giustizia, e se non esistesse Giustizia verrebbe meno la necessità di una punizione.

Spada e bilancia sono segni caratteristici che rimandano, inoltre, a dimensioni ancora più ampie: la prima è simbolo del mondo attivo e maschile, la seconda del mondo ricettivo e femminile. Le due dimensioni trovano il loro equilibrio nella figura della Giustizia, che viene intesa come la perfetta commistione di due sfere opposte, ma complementari.

La carta della Giustizia, che possiede di per sé una grande aura, influenza notevolmente le carte circostanti, a seconda della posizione in cui si trova. In base all’argomento affrontato annuncia risvolti legati soprattutto a contratti, a ricorsi legali ecc. , essendo strettamente connessa al concetto di legge e a tutto ciò che ha a che fare con gli aspetti legali.

Se la carta si trova al diritto può indicare la firma di un contratto quale il matrimonio, in ambito sentimentale; altrimenti in abito professionale può indicare nuove collaborazioni e la sottoscrizione di accordi.
Quando si trova la carta al rovescio, la Giustizia vige, ma tutto il resto sembra capovolgersi. Può presagire accordi mancati, opportunità perdute, contrattempi, situazioni legali non risolte, disarmonia nella coppia o in famiglia o divorzi.

Più in generale, la carta della Giustizia pone senza mezze misure il consultante di fronte all’ostacolo che, in un modo o nell’altro, deve essere affrontato. Talvolta può indicare il senso organizzativo, ed essere pertanto simbolo di organizzazione.

Non per ultimo va ricordato il significato profondo di questa carta nei tarocchi, un significato che ha a che fare con il rigore e l’indulgenza già citati e che suggerisce sempre un comportamento giusto, fermo e autoritario quindi anche autorevole, ma sempre mitigato dalla moderazione.

Commento (1)

  • Giovanna Codice 312 Rispondi

    Questa carta astrologicamente è associata al segno della Bilancia, ricordo poi che è la Venere Urania il dominatore di questo segno e quindi l’aspetto del Pianeta Venere che si associa alla Lama della Bilancia.

    il 9 marzo 2016 alle 14:33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *