Il Matto: Significato e interpretazione nei Tarocchi

Il Matto nei tarocchi di Jean Dodal

Il Matto nei tarocchi di Jean Dodal

Il Matto nei Tarocchi di Marsiglia è raffigurato come un buffone medioevale, ha la veste coloratissima lacerata sul dietro da un cane che lo insegue. Alla testa la figura ha un strano copricapo da cui fuoriesce solo uno dei corni che termina con una pallina. Il copricapo è giallo e simboleggia la luce dell’intelligenza.

Il Matto ha lo sguardo rivolto verso l’alto e guarda verso il futuro senza timore, voltando le spalle al passato. Nella mano destra porta un bastone mentre nella sinistra un sacchetto appeso a un secondo bastone. Il suo arrivo viene annunciato dal tintinnio dei campanelli attaccati al collare e alla cintola, particolare che suscita l’ilarità della gente.

Pur consapevole della sua diversità, il Matto è indifferente alla derisione dimostratagli dagli altri e, nella sua pazzia che come giullare lo assimila al mondo divino, ha al contempo la saggezza di distaccarsi dalle cose terrene e materiali, condizione che lo porta verso un suo mondo interiore che gli altri non possono raggiungere. L’animale che gli morde la gamba rappresenta proprio gli istinti materiali che tentano di trattenere l’uomo con il mondo sensibile, impedendogli di proseguire nel suo cammino verso la Verità.

Il Matto appare dunque come l’eterno pellegrino che non è sopraffatto dalle passioni e viaggia senza nazionalità e senza legami, per affrontare il grande cammino e approdare poi alla conoscenza e alla salvezza. Tutto ciò che possiede è in quel sacchetto appeso a un bastone, dove custodisce tutte le esperienze della sua vita. Egli ha l’impulso, la follia e il coraggio di andare avanti buttandosi alle spalle ciò che non serve più. Proprio in questo senso il Matto simboleggia la libertà di spirito e la libertà di azione che gli permettono di avanzare e di affrontare esperienza nuove, ma grazie alla sua innocenza eviterà fastidi e problemi.

Il significato del Matto nella vita è l’invito ad affrontarla con leggerezza, senza curarsi troppo di ciò che avviene ma piuttosto di prendere le cose così come vengono, senza paura del futuro. È anche un invito a fare le cose senza la paura del giudizio degli altri poiché, se le cose si fanno con spontaneità e con le buone intenzioni, non potrà accadere nulla di male.

Il Matto può rappresentare anche il momento del dubbio, l’assenza di qualcosa, la mancata partecipazione, l’impossibilità di comunicare, l’assenza di ragione o in termini positivi la fantasia.

Commento (1)

  • valentina Rispondi

    a volte il matto puo indicare una persona immatura,instabile,che non vuole legami per non sentirsi in gabbia,una persona che ama essere libera avventuriera senza limiti…questi articoli sui tarocchi sono molto utili a farli conoscere dalle persone che magari si avvicinano alla cartomanzia,grazie

    il 1 marzo 2016 alle 8:21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *