Leggere i tarocchi a distanza per un’altra persona

Leggere i tarocchi a distanza

Leggere i tarocchi a distanza per un’altra persona

La lettura dei tarocchi viene spesso interpretata come una pratica mistica personale e sorgono dubbio quando questa viene richiesta per terze persone.

Oggi scopriremo se si può leggere i tarocchi a distanza per un’altra persona e quali sono le condizioni che consentono questo tipo di atto divinatorio.

Lettura dei tarocchi: come si fa?

Quando si contatta una cartomante professionista perché ci legga le carte e soddisfi la nostra sete di verità, è necessario rivolgersi ad una persona competente.

Le nostre cartomanti di Cartomanzia Studio Futuro hanno dedicato gran parte delle loro vite alla studio dell’occulto e delle pratiche che permettono di svelare il futuro. Non tutti possono diventare sensitivi. È, infatti, necessario essere in possesso di particolari abilità, che potremmo definire doni innati.

In realtà l’interpretazione dei tarocchi è l’ultimo tassello di un puzzle che coinvolge un sensitivo. Prima di diventare un cartomante, infatti, è necessario studiare e fare molta pratica.

Gli Arcani Maggiori, ma anche quelli Minori, raffigurano dei simboli che devono essere interpretati correttamente per poter fornire le giuste indicazioni al cliente. Di fatto, quasi tutti i tarocchi possono avere un’accezione positiva o negativa, sta al sensitivo riuscire a comprendere qual è il significato più opportuno.

Come fa un cartomante a interpretare correttamente i simboli? La lettura dei tarocchi non consiste semplicemente nello scoprire un certo numero di carte e valutarne il significato, in base a quanto scritto nei manuali di arte mistica.

Chi legge le carte deve prima di tutto instaurare una connessione con la persona che ha di fronte. Parliamo di un collegamento invisibile che permette alle due anime di osservarsi senza remore.

Leggere le carte per un’altra persona

Può capitare che una persona, a noi cara, stia attraversando un periodo complicato e che ci sia il forte desiderio, da parte nostra, di interrogare le carte su questioni che non riguardano direttamente noi.

Per poter aiutare il cartomante a trovare la strada giusta che conduce alla verità, è importante che il cliente formuli le domande in modo corretto, che spieghi in modo chiaro e dettagliato qual è la situazione e che si connetta emotivamente con la terza persona in questione.

Questa fase è molto importante perché il cliente fa da tramite, è una sorte di ponte tra il sensitivo e la persona di cui si vuole conoscere il destino. Per questo motivo deve lasciare che le energie che lo attraversano siano libere di circolare.

Lettura tarocchi conto terzi

Perché una persona dovrebbe essere interessata a conoscere il destino di un altro individuo? Le motivazioni che spingono qualcuno ad interrogare gli Arcani per conto di altri soggetti possono essere diverse.

La maggior parte delle volte però si tratta di genitori o parenti stretti che sono preoccupati per una condizione di salute, per una situazione lavorativa incerta o per una circostanza sentimentale poco serena.

Queste persone vogliono scoprire se il loro caro ha davanti a sé giorni felici o un periodo buio, al fine di aiutarli nel migliore dei modi.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.